Coppia di vasi

Manifattura Imperiale di Sèvres, 1813 - 1815


Porcellana decorata in oro e platino; anse e zoccolo in bronzo dorato h cm 55


Sotto la base il marchio: Manifattura Imperiale Sèvres

Description

Nel 1756, per iniziativa di Luigi XV, viene trasferita  a Sèvres la celebre manifattura di porcellane attiva fin dal 1738 a Vincennes. Divenuta ufficialmente manifacture royale, la Manifattura di Sèvres, tuttora attiva, predomina in questo settore almeno fino all'inizio dell'Ottocento. Fin dalla fondazione le sue porcellane erano caratterizzate da uno stile estremamente raffinato e leggero. 

I due eleganti vasi si contraddistinguono per il caratteristico fondo blu della Manifattura, detto appunto blue de Sèvres, mentre le raffinate decorazioni di carattere puramente ornamentale, che ricoprono quasi interamente la superficie dei due oggetti, sono eseguite in oro e platino. Come avviene nella maggior parte dei casi dei manufatti Sèvres, lo stile ed il genere degli ornamenti sono tratti dal vocabolario tipico dell'epoca; tuttavia bisogna notare una ricerca di coerenza sia stilistica sia tematica tra l'insieme del decoro e lo stile della forma che lo riceve. Presso la Manifattura, ciascuna edizione di una forma dava luce a un decoro completamente originale e pensato come un insieme unico. Lo zoccolo e le anse sono in bronzo dorato, particolarità di queste ultime è che sono concepite come delfini dalla coda arricciata.

I vasi sono databili intorno al 1813-1815, per tanto in piena epoca imperiale, come sottolineato anche dalla dicitura del marchio posto sotto la base. In questi anni, ma soprattutto in quelli immediatamente successivi, inizia ad emergere nella decorazione una tendenza naturalistica; nei due manufatti tale elemento emerge nelle anse zoomorfe e nel fregio a foglie e tralci.


 view